indietro
Silvia
di Silvia

Un sogno diventato realtà

Seyschelles, da sempre una meta sognata.
Da sempre una meta rimandata per l’errata convinzione che fossero “inacessibili”.
E poi quest’anno ho provato ad avvicinarmi e, passo dopo passo, a costruire quello che si è rivelato un viaggio meraviglioso!

La Digue, 5 giorni in paradiso, ecco come posso definirli e riassumerli!

Sbarchi dal traghetto, ti giri e questo è il benvenuto che ricevi.

Il benvenutoIl benvenuto

Sgrani gli occhi, e pensi…mamma mia, che colori…e ancora non sai che, di lì a poco, ogni angolo ti riserverà colori diversi che ti resteranno per sempre nel cuore.
Una bici e via, non serve altro, se non un costume e tanta, anzi tantissima voglia di esplorare e vivere questa meravigliosa isola adattandosi ai suoi ritmi.

Pedalare, osservando semplicemente ciò che ti circonda, una stradina anonima e pensi…ok piccola deviazione, vediamo che mi riserva, un sentiero sterrato, e poi davanti a te…paesaggi tropicali dove regna il silenzio assoluto!

Paesaggi tropicaliPaesaggi tropicali

L’unico suono, perché non si può parlare di rumore, è il suono delle onde, la pace assoluta, ecco ciò che si respira.

La pace assolutaLa pace assoluta

Poi ti siedi e ti ricordi che con te hai anche una piantina, la apri e capisci dove sei… Anse La Réunion! Ecco questa è la “mia” cartolina dal paradiso, pensi, e così leggi la descrizione di questa spiaggia e ti guardi attorno e pensi, è tutto ancora più bello.

Ad un certo punto però, come spesso accade, la marea cambia, il mare si alza e la spiaggia diminuisce, sorridi e pensi e dov’è il problema? In sella alla bici di nuovo e si continua a pedalare alla scoperta dell’isola.
Due pedalate ed una nuova sosta, i mille take away lungo il tragitto, offrono un punto di ristoro per ogni esigenza , una birra ghiacciata, un frullato di frutta fresca…c’è solo da scegliere e da provare!
Una salita, una discesa, una curva ….e delle tartarughe giganti che ti attraversano la strada e che “fortunatamente” ti costringono ad interrompere la tua pedalata...
Fortunatamente perché ti giri e ti accorgi che alle tue spalle ci sono delle rocce maestose che finiscono in un mare color smeraldo! Poi cerchi di capire, chiedi informazioni e scopri che questa è Anse Severe, nuovo paesaggio, nuovi colori…e un bagno.

Mare color smeraldoMare color smeraldo

E così le giornate passano, senza programmi, lasciando che siano le maree a programmare le tue giornate e le tue scoperte.

Oggi sembra il giorno perfetto, marea bassa di prima mattina, sole già alto e splendente in cielo già alle 8:00.
Anse Source d'Argent questa è la mia meta di oggi!
Un brevissimo tragitto in bici dalla mia guesthouse, e una volta pagato il biglietto d’ingresso eccomi nel parco L'Union Estate . Vorrei fermarmi ad osservare le tartarughe, le gigantesche palme, ma il mio obiettivo questa mattina è arrivare in tempo…
Parcheggio la bici e dopo qualche minuto ecco mille colori davanti ai miei occhi.

I mille e più coloriI mille e più colori

Guardo l’orizzonte da sinistra verso destra e davanti a me c’è solo un mare pazzesco , cerco di imprimere nella mia mente più immagini possibili, attimi che porterò con me per sempre!

Dal sogno alla realtàDal sogno alla realtà

Un sogno ad occhi aperti! … Ecco cosa sono state le Seyschelles per me.

Questo diario vi è stato utile?
Caricamento in corso...
Vanessa

Contattaci per informazioni!

Lun-Ven: ore 10-14

  • I campi con * sono obbligatori.
Aperto
Aperto
Requisiti d’ingresso

Tutto ciò che dovete sapere prima di partire e durante il vostro soggiorno alle Seychelles.